Rimedi Cellulite

La cellulite rappresenta uno dei problemi più diffusi che affliggono la popolazione femminile. Gli uomini, infatti, sono pressoché esenti da quella che, più che un inestetismo, è una vera e propria patologia che riguarda la micro-circolazione e il ristagno dei liquidi. La cellulite non risparmia quasi nessuna e non è neanche direttamente collegata al grasso corporeo, visto che a soffrirne sono anche donne molto magre. Questa patologia dal forte impatto estatico insorge durante gli anni della pubertà, accompagnando spesso le donne per tutta la loro vita. La manifestazione più tipica, facilmente riconoscibile, e quella della cosiddetta pelle a buccia d’arancia, proprio perché, nelle zone colpite, l’epidermide ha lo stesso aspetto butterato e pieno di micro-bozzi che caratterizza la buccia del famoso frutto.

La cellulite può colpire diverse zone del corpo, ma tendenzialmente la pelle interessata è quella delle cosce, dei glutei, dell’addome e non di rado delle ginocchia. Le cause dell’insorgere della cellulite sono molto varie, e vanno da fattori puramente genetici ed ormonali sino a stili di vita sbagliati e diete troppo ricche di sale e zuccheri. Tra le varie modalità per combattere la cellulite, le creme si rivelano solitamente molto efficaci poiché agiscono direttamente sulla zona da trattare. Tra questa, una delle più efficaci in assoluto si è rivelata la crema Barò Anticellulite, messa a punto nei laboratori piemontesi della Barò Cosmetics, a Cuneo.

Nata da una felice intuizione della dottoressa Giovanna Manegati, la crema Barò Anticellulite è 100% vegana, di derivazione completamente naturale. Si tratta di una formula esclusiva e innovativa poiché è la prima volta che i principi attivi della famosa e pregiata uva di Barolo vengono messi a servizio della lotta alla cellulite. E i risultati sono stati strabilianti. Del resto, già da tempo le sostanze contenute nell’uva – vitamine, nutrienti e anti-ossidanti – vengono utilizzate nell’ambito della cosmesi con esiti eccellenti; in questo caso, l’uva di Barolo è stata utilizzata per creare una crema anticellulite dall’elevata efficacia, che consente di apprezzare i primi risultati già dalle prime settimane di applicazione. Ovviamente, come per tutte le creme, c’è bisogno di essere costanti e di procedere all’applicazione almeno una volta al giorno, insistendo con movimenti circolari in corrispondenza delle aree più interessate dall’inestetismo.

A confermare l’efficacia della crema Barò Anticellulite sono stati sia i numerosi test effettuati presso l’Università di Pavia, sia l’esperienza delle tante donne che l’hanno provata e non riescono più a farne a meno. Il meccanismo d’azione della crema anticellulite Barò è molto semplice: i suoi principi attivi, infatti, intervengono direttamente sulle cellule adipose e sulla micro-circolazione. Quest’ultima viene rivitalizzata e riattivata in maniera efficace, così da consentirle di riacquistare al meglio le sue funzionalità. Riattivando la micro-circolazione cutanea, la crema favorisce la disgregazione naturale delle cellule adipose e l’eliminazione della ritenzione idrica, che è tra i fattori scatenanti della pelle a buccia d’arancia. Ovviamente, per aumentare l’efficacia della crema, sarà opportuno modificare la propria alimentazione e il proprio stile di vita.

Questo vuol dire affiancare all’applicazione di Barò anticellulite dell’attività sportiva (ottime sono per esempio le camminate giornaliere a passo veloce o la corsa) e una dieta equilibrata, povera di grassi e zuccheri. I principi attivi contenuti nella crema svolgono inoltre un’efficace azione anti-ossidante, prevenendo la formazione dei radicali liberi, tra i principali responsabili dell’invecchiamento cutaneo. Le cellule che si mantengono giovani, inoltre, sono quelle che meglio riescono a convertire il grasso in energia, evitando così che questo vada ad accumularsi in cuscinetti adiposi e cellulite.