Come e perchè si forma la cellulite?

La cellulite è un disturbo estetico che colpisce la pelle, e che si forma specialmente nelle zone dei glutei, delle cosce, della pancia. Questo inestetismo è molto diffuso fra le donne: si stima che circa 9 donne su 10 la sviluppino. Non fa neppure differenze fra donne in sovrappeso o magre; la cellulite colpisce senza guardare in faccia nessuno.

Ma che cos’è e come si sviluppa questo disturbo?

Il nome scientifico della cellulite è ‘pannicolopatia edematofibrosclerotica’ e secondo le ricerche, colpisce circa l’85-90% delle donne che si trovano in età fertile. Nonostante si faccia riferimento alla cellulite come ad un semplice inestetismo, ora sappiamo che si tratta di una condizione patologica. Essa consiste nella degenerazione della microcircolazione nel tessuto adiposo che si trova sotto la pelle: questo causa anche una alterazione delle funzione metaboliche.

Quando è presente questa alterazione della circolazione sanguigna o linfatica, infatti, i liquidi risultano trattenuti negli spazi fuori dalle cellule, e si formano degli accumuli di sostanze tossiche, di scarto, e di acidi grassi.

Le conseguenze di questa condizione sono la formazione di infiammazione dei tessuti, l’ipotonia, l’edema, micronoduli, formazione di placche di sclera che aderiscono ai muscoli. La cellulite, dall’esterno, si nota per la formazione di porzioni di pelle ‘a buccia d’arancia’, vale a dire bucherellate e con delle mancanze di tono nella pelle, anche nelle donne magre e giovani.

La cellulite è un problema che colpisce soprattutto le donne per la maggiore percentuale di tessuto adiposo rispetto all’uomo, ed anche perchè gli estrogeni femminili causano un aumento delle permeabilità vascolare, condizione che come si è dimostrato rende più suscettibili alla ritenzione idrica.

La cellulite nelle donne compare soprattutto sull’esterno ed interno della coscia, sui glutei, e sull’addome. La diagnosi della cellulite è abbastanza elementare: basta pizzicare fra pollice ed indice i tessuti e valutare l’aspetto della pelle, e la formazione della pelle a buccia d’arancia.

Le condizioni che pongono maggiormente a rischio di sviluppare la cellulite sono:

  • l’essere di razza caucasica
  • la familiarità
  • difetti di postura
  • abuso di alcol e di fumo
  • cattive abitudini di alimentazione
  • assunzione di farmaci estro-progestinici
  • avere poca componente muscolare

Una volta diagnosticata la cellulite, va impostato un trattamento di eliminazione di questo disturbo che deve coinvolgere sia l’attività fisica, che l’alimentazione, che il livello di idratazione, e l’abbandono di cattive abitudini posturali, alimentari, e di sedentarietà. Va eliminato l’eccesso di sale dall’alimentazione ed incrementata l’idratazione.